Digiuno intermittente nelle festività natalizie: è veramente utile? La parola all’esperto

Seguire il digiuno intermittente durante le festività natalizie è veramente utile? Come prepararsi alle grande abbuffate di Natale e Capodanno?

Cerchiamo di capire qual è il miglior metodo per perdere qualche chilo prima di Natale e riuscire a godersi i pranzi e le cene di Natale senza mettere a rischio la propria salute.

Perché fare il digiuno intermittente prima di Natale
Perché fare il digiuno intermittente prima di Natale (Radiohouse.it)

Il digiuno intermittente è uno schema di alimentazione che porta ad alternare periodi di alimentazione a periodi di digiuno volontario e sistematico. Tale lasso di tempo dovrà essere superiore alle otto ore di digiuno che tutti pratichiamo dormendo. La pratica se eseguita correttamente è efficace nel perdere peso e salutare, apporta numerosi benefici all’organismo.

La restrizione consigliata è di limitare i pasti ad una finestra di otto ore seguita da 16 ore di fila senza mangiare. Oltre alla perdita di peso si migliorerà la capacità di concentrazione e si preverranno le malattie cardiovascolari. Oltre al metodo 16/8 si può optare anche per il metodo /2 con due giorni di restrizione calorica alla settimana. Questa è la strada giusta per prepararsi al Natale? Risponde il professore Alessandro Laviano, responsabile dell’Unità Operativa di nutrizione clinica dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma.

Il digiuno intermittente serve prima di Natale

Un accorgimento consigliato dal professore è di restringere la finestra temporale in cui ci alimentiamo. Il consiglio è di mangiare tra le 10.00 del mattino e le 20.00 si sera. Dieci ore e poi un lungo digiuno scegliendo, però, un apporto nutrizionale preciso.

Come si fa il digiuno intermittente
L’utilità del digiuno intermittente prima delle festività (Radiohouse.it)

In ogni caso ogni dieta va personalizzata in base alle proprie abitudini. Scegliendo il digiuno intermittente si segue una strategia di intervento con varie declinazioni. C’è la restrizione e la 5/2 molto usata in America. Cinque giorni con dieta normo-calorica e due giorni di digiuno non consecutivi (seguendo una corretta idratazione) per detossificare l’organismo e rigenerare le cellule.

Ritornando alle dieci ore di alimentazione l’orario può variare in base alle proprie abitudini. La colazione si può ritardare alle 10 e la cena anticipare senza ridurre le calorie. Il professore consiglia di rivolgersi ad un medico specialistico sempre, di non fare mai nulla di testa propria perché bisogna personalizzare la dieta in base alle proprie esigenze e alla propria salute.

Con il digiuno intermittente si pulisce il metabolismo, la perdita di peso arriva con il tempo e con costanza. In preparazione delle feste è utile per purificare l’organismo. I consigli del professore continuano con una puntualizzazione sui carboidrati. Eliminarli non è necessario ma è meglio optare per i carboidrati integrali.

Impostazioni privacy