Sbagli sempre a conservare panettone e pandoro: solo così arrivano al 31 come fossero appena comprati

Vuoi conservare panettone e pandoro per riutilizzarli anche il 31 dicembre? Ecco il metodo perfetto: resteranno morbidissimi

Ogni anno, puntualmente, terminati i tre giorni di festeggiamenti natalizi (24, 25 e 26 dicembre) ci si ritrova ad avere tantissimo cibo a propria disposizione. Ciò che avanza principalmente in questo periodo sono sicuramente panettone e pandoro. Questo capita perché, molto spesso, se ne acquistano o ricevono in regalo di diversi tipi e gusti. Ciò implica che se ne assaggino, senza per forza finirli, più di uno. Questi ultimi quindi avanzano e possono diventare, con il passar del tempo, molto secchi.

come conservare panettone pandoro correttamente
Così il tuo panettone si conserverà morbido e scioglievole (Radiohouse.it)

Bisogna quindi conoscere il metodo giusto per far sì che possano restare morbidi e scioglievoli per più giorni. Il metodo di conservazione utilizzato dai più, cioè quello di chiuderli nell’apposita busta d’origine, è del tutto errato. In tal caso, infatti, si forma l’umidità che li seccherà.

Panettone e pandoro, il metodo di conservazione corretto è uno solo: ecco quale

Per poter conservare al meglio panettone e pandoro, è bene munirsi di un contenitore ermetico, preferibilmente di alluminio. Ovviamente si possono decidere le dimensioni di quest’ultimo in base alle proprie esigenze. Quindi piccolo se si desidera ridurre il panettone in piccoli pezzi, conservarlo e mangiarne uno di tanto di tanto. Grande se invece al proprio interno si vogliono riporre delle fette abbastanza larghe di panettone e conservarle intere.

metodo conservazione panettone
Il perfetto metodo di conservazione per il panettone (Radiohouse.it)

Non finisce però qui e infatti, per evitare di far filtrare l’umidità all’interno dei prodotti, e di conseguenza renderli secchi, si può aggiungere, in ogni contenitore ermetico, un biscotto secco che solitamente si mangia a colazione. In tal modo, quest’ultimo sarà in grado di assorbire tutta l’umidità contenuta all’interno della vaschetta e la consistenza del pandoro o del panettone sarà davvero perfetta. Insomma, non resta che provare questo infallibile metodo: solo così si riusciranno a ‘trasportare’ questi avanzi fino al 31 dicembre e anche oltre.

Chi invece non avesse ottemperato a tali consigli, potrà utilizzare gli avanzi di questi dolci in maniera alternativa. Un’idea può essere quella di, quantomeno nel caso in cui si tratti di panettoni o pandori semplici e non farciti, usarli come base per ricette salate. Per esempio, se è avanzato del pandoro, lo si taglia a fette e lo si piastra in modo da renderlo esternamente croccante. Successivamente si spalma del burro sul prodotto ancora caldo e poi lo si guarnisce con qualche acciuga sotto sale. Provare per credere.

Impostazioni privacy