Alberto Angela travolto dalla bufera: questa volta ha sbagliato davvero, tutta Italia boicotta il programma

Il divulgatore della Rai è stato attaccato duramente sui social dopo la messa in onda della sua trasmissione Stanotte a Parigi: i dettagli della vicenda

Erano altissime le aspettative per il nuovo appuntamento con Alberto Angela su Rai 1, intitolato Stanotte a Parigi e andato in onda lo scorso 25 dicembre in occasione della sera di Natale. Nonostante il racconto impeccabile del conduttore e divulgatore televisivo, in tantissimi si sono fiondati sui profili social dell’emittente per manifestare il proprio disappunto nei suoi confronti.

Angela criticato social motivo
Alberto Angela vittima di feroci critiche (Ansa Foto) – radiohouse.it

Nonostante il vespaio che il programma ha scatenato, i risultati ottenuti hanno soddisfatto Viale Mazzini, che ha deciso di scommettere ancora sui diari di viaggio di Angela. Dati alla mano, la trasmissione ha fatto registrare uno share del 21,2% con ben 3.329.000 milioni di telespettatori sintonizzati. Non si parla di numeri clamorosi, ovviamente, ma sono bastati per farlo imporre sulle proposte delle reti rivali.

Attacchi ad Alberto Angela per aver invitato proprio lui: di chi si tratta

Il racconto che Alberto Angela ha fatto della città di Parigi, ultimo appuntamento della fortunata serie Stanotte a…, è stato decisamente affascinante. Questo ha visto protagonista la capitale francese e tutto quello che ha da offrire. Tra gli ospiti invitati a intervenire questa volta c’erano due star di mondi diversi: il cantante Mika e il portiere del PSG, Gianluigi Donnarumma. Proprio la presenza di quest’ultimo però ha suscitato l’ira di una buona fetta di telespettatori.

Alberto Angela bufera social
Alberto Angela criticato aspramente (Ansa Foto) – Radiohouse.it

Sui social, dopo il post pubblicato dallo stesso Angela via X, si è scatenato un putiferio. “Nel giorno più magico dell’anno, Gigi Donnarumma ci ha raccontato il sogno di tutti i bambini e le bambine che amano il calcio: giocare in un grande club e vincere trofei prestigiosi! Un percorso lungo, fatto di talento, ma anche di sacrificio e dedizione”, aveva scritto.

A stretto giro di posta la replica degli utenti, che hanno accusato il conduttore di aver allungato il brodo, sottolineando in particolare come si potesse evitare ad esempio l’inserimento in trasmissione del calciatore perché fuori luogo. Una polemica che non è destinata ancora a spegnersi, ma al momento nessuna delle parti tirate in ballo ha deciso di parlare per difendere le proprie ragioni.

Impostazioni privacy